lunedì, Marzo 4, 2024
Home Ambiente Tappa al Forte di Bard per la "Summer School Ipromo"

Tappa al Forte di Bard per la “Summer School Ipromo”

Il 17 e 18 luglio si è svolta la sedicesima edizione della “Summer School IPROMO”, scuola internazionale sulla montagna promossa da FAO-Mountain Partnership, Università di Torino, Università della Tuscia e CNR-IRPI, è stata in visita in Valle d’Aosta. Funzionari, esperti, tecnici e pianificatori che lavorano su temi legati alle montagne, con particolare riferimento alla gestione del patrimonio forestale, si ritrovano in Italia per un corso di due settimane. I docenti quest’anno includono professori universitari ed esperti della FAO di Italia, Finlandia, Svizzera, Inghilterra mentre i partecipanti, oltre 30, provengono da Svizzera, Stati Uniti, Turchia, Tunisia, Slovenia, Perù, Messico, Kyrgyzstan, Giordania, Iran, India, Bolivia, Armenia, Albania, Uganda, Pakistan, Nigeria, Libano, Nepal, Kenya, Guatemala, Ecuador, Ghana, Slovenia, Argentina e Colombia.

Il 17 luglio è stata organizzata una visita alle foreste di protezione e ai pascoli di Courmayeur, grazie alla collaborazione del dott. Jean-Claude Haudemand (Regione Autonoma Valle d’Aosta – Dipartimento risorse naturali e Corpo forestale), della dott.ssa Elena Pittana (dottore forestale) e Mauro Bassignana (Institut Agricole Régional). Il 18 luglio i partecipanti sono stati accolti al Forte di Bard, dove la Presidente Ornella Badery ha illustrato il progetto espositivo L’Adieu des Glaciers ed è stata organizzata una visita al Museo delle Alpi.

Colpite duramente dai cambiamenti climatici e da catastrofi, spesso escluse dai processi di sviluppo e dai programmi di investimento, lontane dai mercati e dalle infrastrutture, abitate spesso da popolazioni indigene marginalizzate, le montagne sostengono il nostro pianeta dando acqua a più di metà della popolazione mondiale, energia e cibo. Sulla base di queste considerazioni, nel 2006 Mountain Partnership, FAO ed Università di Torino lanciarono una ‘Summer School’ internazionale per fare formazione di alto livello per le montagne. La Summer School, la cui direzione scientifica è a cura del Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari dell’Università di Torino e del CNR-IRPI, si avvale anche del sostegno della Città di Ormea e prevede una serie di escursioni lungo le Alpi italiane. Ogni anno, dopo un’accurata selezione, vengono ammessi circa 30 esperti selezionati fra circa 300 candidati. Quest’anno si celebreranno i sedici anni con un programma dedicato a studiosi ed esperti under 35, che mira a coprire le tematiche principali della gestione del patrimonio forestale in montagna. «Parleremo di governance e di sviluppo economico, di foreste di protezione, di gestione forestale, ma anche di cambiamenti climatici, di acqua, di tecniche di comunicazione e di come preservare i suoli montani» dice Michele Freppaz, direttore scientifico della Summer School.

ULTIMI ARTICOLI

Modifiche alla circolazione lungo la Strada Regionale di Valgrisenche

Sono previste modifiche alla circolazione lungo la strada regionale di Valgrisenche. É disposta la chiusura lungo la...

Giornata internazionale della donna all’insegna della cultura

Venerdì 8 marzo 2024, in occasione della Giornata internazionale della Donna, i castelli di proprietà regionale, i siti archeologici di Aosta...

Proclamati i vincitori del Concorso Internazionale Fotografare il Parco

Le foto premiate il 9 marzo a Palazzo Lombardia a Milano saranno in mostra al Forte di Bard (AO) dal 17 marzo...

Al Forte di Bard le foto iconiche di Martine Franck

L’ambiziosa opera fotografica di Martine Franck (1938-2012) e la sua sincera attrazione per gli esseri umani – la gioia dell’infanzia, i ritratti...
- Advertisment -