venerdì, 27 Gennaio, 2023
Home Eventi Saison Culturelle Cinema: Esprit de finesse au cœur de nous-mêmes

Saison Culturelle Cinema: Esprit de finesse au cœur de nous-mêmes

La programmazione dei film che saranno proposti nei mesi di novembre e dicembre 2022 e gennaio 2023 nell’ambito della Saison Culturelle Cinéma 2022/2023. Saranno proiettati al Cinéma Théâtre de la Ville di Aosta.

MARTEDÌ 8 NOVEMBRE ore 15.30 – 21.00

MERCOLEDÌ 9 NOVEMBRE ore 18.00

Marcel! di Jasmine Trinca

con Alba Rohrwacher, Maayane Conti, Giovanna Ralli

Italia 2022 – 93 min

Una bambina ama incondizionatamente sua madre, artista di strada, la quale nutre lo stesso profondo affetto per Marcel, il suo cane. Alla scomparsa di quest’ultimo, la donna e la fanciulla si mettono alla ricerca di quell’animale così importante… Opera prima dell’attrice Jasmine Trinca che racconta un mondo intimo tra madre e figlia dove oltre ogni dolore può (ri)sorgere l’amore anche grazie alla magia e al cinema stesso.

Festival di Cannes 2022 – sezione Séances spéciales


MARTEDÌ 8 NOVEMBRE ore 18.00

MERCOLEDÌ 9 NOVEMBRE ore 15.30 – 21.00

Alcarràs – L’ultimo raccolto di Carla Simón

con Jordi Pujol Dolcet, Anna Otin, Xènia Roset

Spagna, Italia 2022 – 120 min

Nella campagna assolata della Catalogna, ad Alcarràs, la famiglia Solè coltiva da decenni un vasto frutteto che gli era stato offerto dopo la guerra civile dai proprietari, i Pinyol. I primi hanno potuto nascondersi e in cambio hanno aiutato la ricca famiglia, senza però nessun tipo di accordo ufficiale. I coltivatori si ritrovano impotenti quando il frutteto viene venduto e riempito di pannelli solari. Un film onesto e semplice che racconta di un mondo che si sta per perdere, un presente che sta per essere spazzato via.

Festival di Berlino 2022 – vincitore dell’Orso d’Oro come Miglior film


MARTEDÌ 15 NOVEMBRE ore 15.30 – 21.00

MERCOLEDÌ  16 NOVEMBRE ore 18.00

Giorni d’estate di Jessica Swale

con Gemma Arterton, Gugu Mbatha-Raw

Gran Bretagna 2020 – 102 min

Siamo nella Seconda Guerra Mondiale. Alice è una scrittrice che conduce una vita solitaria tra le scogliere a picco sul mare dell’Inghilterra meridionale. Si dedica ai miti cercando di sfatarli per negare l’esistenza della magia. Frank, un giovanissimo sfollato, innocente e curioso, risveglierà in lei un istinto materno che credeva aver sepolto dopo la fine della sua relazione. Alice impara che, forse, esiste davvero anche la magia? Esordio per la drammaturga britannica che con la favola riesce a trattare il concetto di perdita, di abbandono, di imprevedibilità della vita a cui ognuno è sottoposto e con cui ciascuno deve confrontarsi.


MARTEDÌ 15 NOVEMBRE ore 18.00

MERCOLEDÌ 16 NOVEMBRE ore 15.30 – 21.00

Only the Animals – Storie di spiriti amanti di Dominik Moll

con Denis Ménochet, Laure Calamy, Damien Bonnard

Francia, Germania 2019 – 117 min

Nel sud della Francia, a Lozère, una donna sparisce durante una bufera di neve. La polizia trova la sua macchina sul ciglio di una strada. Tra i sospetti ci sono Alice, assistente sociale, suo marito e il suo amante. Poco prima, a Sète, una cameriera si era innamorata della vittima e ha cercato in tutti i modi di far funzionare il loro amore proibito. Infine, un ragazzo dell’Abidjan che tenta di uscire dalla miseria si ritroverà coinvolto in questo caso. Tratto dal romanzo Seules les Bêtes di Colin Niel, il film mette in scena cinque personaggi, cinque storie e cinque capitoli che dovranno portare in superficie la risoluzione del caso.

Festival di Venezia 2019 – film d’apertura delle Giornate degli Autori


MARTEDÌ 22 NOVEMBRE ore 15.30 – 21.00

MERCOLEDÌ  23 NOVEMBRE ore 18

Jane by Charlotte – Jane par Charlotte di Charlotte Gainsbourg (V.O.S.)

Francia, Gran Bretagna, Giappone 2021 – 88 min

Un documentario su Jane Birkin realizzato da sua figlia, che si cimenta per la prima volta nella regia. La Gainsbourg ha iniziato a riprendere sua madre nel 2021, anno in cui l’attrice ha avuto un leggero ictus. Filmandola, Charlotte ha cominciato a guardarla con uno sguardo particolare. L’occasione delle riprese diventa per le due donne anche un modo per trascorrere del tempo insieme e la Birkin si lascia andare ai ricordi. Una conversazione tra due artiste, ma soprattutto un monologo a due voci, uno scambio intimo e familiare tra madre e figlia.

Festival di Cannes 2021 – anteprima


MARTEDÌ 22 NOVEMBRE ore 18.00

MERCOLEDÌ 23 NOVEMBRE ore 15.30 – 21.00

Love Life di Kôji Fukada

con Fumino Kimura, Kento Nagayama

Giappone 2022 – 123 min

Taeko vive tranquillamente accanto al marito Jiro e al figlioletto Keita, finché un fatto tragico segna il ritorno del padre biologico del bambino, Park, di cui la donna non aveva notizie da anni. Durante questa lunga assenza, l’uomo ha perso la casa, è un senzatetto, è sordo ed è gravemente malato. Taeko decide di aiutarlo, facendo fronte al senso di colpa. Love Life è un film sulla solitudine e sulla difficoltà nell’esprimere il dolore che non va superato e dimenticato, ma gestito con il supporto necessario.

Festival di Venezia 2022 – concorso


MARTEDÌ 29 NOVEMBRE ore 15.30  – 21.00

MERCOLEDÌ  30 NOVEMBRE ore 18.00

Un figlio di Mehdi Barsaoui

con Sami Bouajila, Najla ben Abdallah

Tunisia, Francia, Libano, Qatar 2019 – 96 min

Durante l’estate del 2011, una famiglia di origine tunisina che vive in Francia per lavoro e ritorna in Tunisia per un soggiorno, si ritrova coinvolta in una sparatoria tra gruppi islamisti e l’esercito regolare. Il figlio di undici anni viene ferito gravemente. Emerge un dato che rivela un segreto fino ad allora celato. In una società in bilico tra una visione progressista dei rapporti interpersonali e un radicalismo estremista religioso, la vita di un bambino viene messa in grave pericolo a causa delle profonde contraddizioni che attraversano il Paese mediorientale in cui vive.

Festival di Venezia 2021 – Sami Bouajila, vincitore come Migliore Attore nella sezione Orizzonti


MARTEDÌ  29 NOVEMBRE ORE 18.00

MERCOLEDÌ 30 NOVEMBRE ore 15.30 – 21.00

Noi due di Nir Bergman

con Shai Avivi, Noam Imber

Israele, Italia 2020 – 94 min

Uri è un ragazzo israeliano, ventenne, affetto da autismo. Vive con il padre Aharon, che si prende cura di lui con dedizione totale, al punto da aver messo da parte la carriera di disegnatore. La madre Tamara vive lontano e insiste perché Uri si trasferisca in un istituto specializzato per farlo stare a contatto con persone della sua età. Padre e figlio hanno una relazione troppo stretta e Aharon non è pronto per lasciare suo figlio. Un road movie e un dramma israeliano che raccontano una storia essenziale e straziante.


MARTEDÌ 6 DICEMBRE ore 15.30  – 21.00

MERCOLEDÌ  7 DICEMBRE ore 18.00

L’immensità di Emanuele Crialese

con Penélope Cruz, Luana Giuliani, Vincenzo Amato

Italia, Francia 2022 – 97 min

Adriana si fa chiamare Andrea e cerca il ragazzo che è in lei. E’ la figlia maggiore di una coppia sull’orlo di una crisi di nervi che non riesce a lasciarsi. E la madre Clara vede in Adriana tutto il suo desiderio di libertà. La relazione con la madre è la tensione costante che fa vibrare il film. Crialese elabora costanti variazioni di stati d’animo, di ribellioni a un opprimente palcoscenico familiare e di convenzioni che purtroppo dovrebbe essere superato ma riecheggia ancora.

Festival di Venezia 2022 – concorso


MARTEDÌ  6 DICEMBRE ore 18.00

MERCOLEDÌ 7 DICEMBRE ore 15.30 – 21.00

Tromperie – Inganno di Arnaud Desplechin (V.O.S.)

con Denis Podalydès, Léa Seydoux, Emmanuelle Devos

Francia 2021 – 105 min

Philip è uno scrittore americano che vive a Londra insieme a sua moglie ma riesce ad incontrarsi costantemente con la sua amante nel suo studio, perfetto come nido d’amore perché lontani da occhi indiscreti. I due si comportano come una coppia qualsiasi, passando da momenti passionali ad altri più litigiosi e discutendo di ogni argomento. Eppure, ci sono altre donne nella vita di Philip. Adattamento dell’omonimo romanzo di Philip Roth, il film rimanda continuamente alla parola e alla seduzione fino a non percepire più la differenza tra realtà e finzione.

Festival di Cannes 2021 – sezione Première


MARTEDÌ 13 DICEMBRE ore 15.30 – 21.00

MERCOLEDÌ 14 DICEMBRE ore 18.00

Le buone stelle – Broker di Hirokazu Kore’eda

con Song Kang-ho, Doona Bae

Corea del Sud – 129 min

A Busan, una giovane madre in difficoltà decide di lasciare il figlio appena nato nella baby box di un ospedale. A scoprire il piccolo sono due uomini che gestiscono un’attività clandestina di contrabbando di bambini per i quali cercano i migliori offerenti, in tutto il paese. Dopo aver convinto la madre che sia la scelta migliore per il futuro del suo bambino, il gruppetto inizia il viaggio non sapendo che la polizia è determinata ad arrestarli. Un inno alla vita gentile dove il tema principale per Kore’eda rimane la famiglia.

Festival di Cannes 2022 – concorso e Premio migliore attore a Song Kang-ho


MARTEDÌ 13 DICEMBRE ore 18.00

MERCOLEDÌ 14 DICEMBRE ore 15.30 -21.00

Brotherhood di Francesco Montagner

Italia, Repubblica Ceca 2021 – 97 min

I fratelli Jabir, Usama e Uzeir vivono insieme alla loro famiglia di pastori in un’isolata valle della Bosnia. I tre giovani sono dovuti sottostare sempre alla legge del padre Ibrahim, un predicatore islamita rigido e radicale. Quando l’uomo, però, viene condotto in carcere, con l’accusa di terrorismo, i figli rimangono soli. Finalmente i fratelli possono sperimentare quella libertà che per anni è stata loro negata e ognuno di loro sviluppa la propria identità. Tra documentario e finzione, un lavoro rigoroso che pone tante domande.

Locarno Film Festival 2021– Pardo d’Oro


MARTEDÌ 20 DICEMBRE ore 15.30 – 21.00

MERCOLEDÌ  21 DICEMBRE ore 18.00

Hope di Maria Sødahl

con Andrea Bræin Hovig, Stellan Skarsgård

Norvegia, Svezia 2019 – 126 min

Anja e Tomas sono una coppia di mezz’età ed entrambi sono artisti. I due hanno una famiglia allargata. Quando ad Anja viene diagnosticato un tumore terminale al cervello, su questa tranquilla famiglia numerosa si abbatte un’orribile ombra. La vita di tutti, ma in particolare quella della donna, inizia a sgretolarsi ed è proprio in questa delicata situazione che si scopre quanto l’amore tra Anja e Tomas sia stato a lungo trascurato negli anni. Il film è tratto dall’esperienza di vita reale della regista e sceneggiatrice norvegese.

Festival di Berlino 2021 – sezione Panorama


MARTEDÌ  20 DICEMBRE ore 18.00

MERCOLEDÌ 21 DICEMBRE ore 15.30 – 21.00

I figli degli altri – Les enfants des autres di Rebecca Zlotowski (V.O.S.)

con Virginie Efira, Roschdy Zem, Chiara Mastroianni

Francia 2022 – 104 min

Rachel è una donna solare, senza figli e innamorata della sua vita. Quando conosce Alì, si innamora di lui, ma l’uomo ha una figlia di quattro anni, Leila. Sin da subito Rachel stringe un forte legame con la bambina e si prende cura di lei come farebbe una vera madre. E’ così che ben presto il desiderio di avere una famiglia tutta sua cresce sempre di più in lei, ma il tempo non perdona. Un affresco al femminile sul delicato tema della maternità e del suo desiderio.

Festival di Venezia 2022 – concorso


MARTEDÌ 27 DICEMBRE ore 15.30 – 21.00

MERCOLEDÌ 28 DICEMBRE ore 18.00

Tuesday club – Il talismano della felicità di Annika Appelin

con Marie Richardson, Peter Stormare, Carina M. Johansson

Svezia 2022 – 102 min

Karen crede di avere una vita felice e tranquilla con una famiglia deliziosa e una bella casa, ma presto viene a conoscenza di una forte delusione sentimentale. Dopo aver passato tutto il tempo ad occuparsi di suo marito e dei suoi figli, decide quindi di rivalutare la sua vita e si dà una seconda possibilità: seguire la sua passione per la cucina e trovare proprio grazie al cibo un nuovo equilibrio. Un rinnovato rapporto tra cinema e cucina come nuova ricerca della felicità.


MARTEDÌ 27 DICEMBRE ore 18.00

MERCOLEDÌ 28 DICEMBRE ore 15.30 – 21.00

Cantando sotto la pioggia di Stanley Donen, Gene Kelly (RESTAURO IN 4K e V.O.S.)

Il classico che torna in sala dopo 70 anni

con Gene Kelly, Donald O’Connor

USA 1952 – 102 min

Hollywood 1927. Don Lokwood, attore del cinema muto, è l’idolo degli spettatori che amano l’avventura. Ma la Warner ha prodotto Il cantante di jazz, primo film parlato, e attori e storie diventano superati. Dopo il fiasco dell’ultimo “muto”, gli attori prendono lezioni di dizione. Qualcuno ha attitudine, qualcun altro no e fra le tante invenzioni il doppiaggio. La satira di una Hollywood travolta dal sonoro, la celebrazione dello slancio amoroso, la comicità che incrocia e si risolve nella perfetta stilizzazione coreografica. Il musical, nel fuggevole apogeo della sua felicità.


MARTEDÌ 3 GENNAIO ore 15.30 -21.00

MERCOLEDÌ 4 GENNAIO ore 18.00

Ti mangio il cuore di Pippo Mezzapesa (VM 14)

con Elodie, Francesco Patanè, Lidia Vitale

Italia – 115 min

Nel Gargano, i Malatesta e i Camporeale sono in guerra da sempre, e Michele Malatesta ha vendicato l’eccidio di tutta la sua famiglia avvenuto nel 1960. Quarant’anni dopo, le due famiglie sembrano aver instaurato una tregua. Ma Andrea Malatesta, il figlio di Michele, perde la testa per Marilena, la bellissima moglie di Santo Camporeale, e insorge di nuovo la violenza, destinata a protrarsi nel tempo e a travolgere persone. Tratto dall’omonimo libro inchiesta di Carlo Bonini e Giuliano Foschini, un gangster movie e una grande tragica storia d’amore.

Festival di Venezia 2022 – sezione Orizzonti


MARTEDÌ 3 GENNAIO ore 18.00

MERCOLEDÌ 4 GENNAIO ore 15.30 – 21.00

200 metri di Ameen Nayfeh

con Ali Suliman, Anna Unterberger

Palestina, Giordania, Qatar, Italia, Svezia – 86 min

La famiglia di Mustafa e sua moglie Salwa è divisa dal muro che separa palestinesi e israeliani in Cisgiordania. Lui si rifiuta di accettare il visto di lavoro israeliano per risiedere nella propria terra e  sceglie di vivere oltre la barriera, separato dalle persone che ama. Un giorno, il figlio ha un incidente e Mustafa si precipita al checkpoint israeliano, ma gli viene negato l’ingresso. Chiede aiuto a un contrabbandiere e s’imbarca in un viaggio lungo il quale scorre il confine. L’esordio alla regia di un piccolo film, dichiaratamente politico, attualissimo che parla di umanità e Storia.

Festival di Venezia 2020 – Premio del Pubblico alle Giornate degli Autori


MARTEDÌ 10 GENNAIO ore 15.30 – 21.00

MERCOLEDÌ 11 GENNAIO ore 18.00

Tutti amano Jeanne – Tout le monde aime Jeanne di Céline Devaux (V.O.S)

con Blanche Gardin, Laurent Lafitte, Maxence Tual

Francia, Portogallo 2022 – 95 min

Jeanne è apprezzata da tutti, ma non da se stessa. La sua autostima precipita il giorno in cui il progetto di raccolta di rifiuti subacquei, che l’aveva resa famosa, si rivela un fiasco. E neanche il  suo tuffo, per recuperare il congegno caduto in acqua durante la presentazione, aiuta la situazione e i finanziatori si ritirano. Vende la casa di famiglia e le si presenta “un piccolo fantasma capellone”, che inizia a commentare ogni sua decisione. Una commedia che affronta con originalità il tema delicato della depressione, mettendo in scena tutti “quei pensieri” che spesso condizionano la vita.

Festival di Cannes 2022 – Semaine del la Critique


MARTEDÌ 10 GENNAIO ore 18.00

MERCOLEDÌ 11 GENNAIO ore 15.30 – 21.00

Siccità di Paolo Virzì

con Silvio Orlando, Valerio Mastandrea, Elena Lietti

Italia 2022 – 124 min

Da troppo tempo a Roma non piove e come le piante, uomini e donne si sono inariditi. Questa arsura provoca una mancanza di acqua e la conseguente sete nella popolazione, che si ritrova la mente alterata. Vi sono un gruppo di personaggi di età ed estrazione sociale diversa, alcuni vittime e altri opportunisti. Tutte queste persone si incrociano nella capitale che aspetta la pioggia e guarda avanti. Virzì racconta la nostra caotica umanità contemporanea, intessuta negli orli di una società liquida, in costante trasformazione e privata di ogni rassicurazione.

Festival di Venezia 2022 – fuori concorso


MARTEDÌ 17 GENNAIO ore 15.30 – 21.00

MERCOLEDÌ 18 GENNAIO ore 18.00

Brian e Charles di Jim Archer

con David Earl, Chris Hayward, Louise Brealey

Gran Bretagna – 90 min

Brian è un inventore che, a causa di un inverno molto lungo e trascorso in solitudine, trova la testa di un manichino tra i rottami. Come un Geppetto contemporaneo, decide di costruire un robot da compagnia, dando vita a Charles. I problemi cominciano quando il robot comincia a chiedere di uscire dalla loro proprietà. Il suo inventore, proprio come un padre apprensivo teme che, se la gente scoprisse l’esistenza di Charles, ne sarebbe spaventata e finirebbe con il fargli del male. Una commedia strampalata e malinconica sulle relazioni umane, l’importanza dell’amicizia e l’eterno dualismo uomo-macchina.

Giffoni Film Festival 2022 – anteprima nazionale


MARTEDÌ 17 GENNAIO ore 18.00

MERCOLEDÌ 18 GENNAIO ore 15.30 -21.00

Generazione low cost di Julie Lecoustre, Emmanuel Marre

con Adèle Exarchopoulos, Mara Taquin, Alexandre Perrier

Belgio, Francia 2021 – 110 min

Cassandre è una giovane assistente di volo che lavora per una compagnia area low cost. La donna ama vivere alla giornata e divertirsi. Peccato che questa sua vita in apparenza piena e frenetica, non sia altro che un’esistenza  priva di ogni singolo legame. Cassandre sogna di poter lavorare un giorno per una compagnia più importante, ma nel frattempo continua a vivere la sua caotica routine. Un imprevisto la mette di fronte al mondo, quello dove lei non ha costruito legami, alle sue origini e a un evento che non ha mai superato. Generazione Low Cost è un riuscito spaccato sulla precarietà e il disorientamento vissuto dalle nuove generazioni.

Festival di Cannes 2021 – Semaine de la Critique


MARTEDÌ 24 GENNAIO ore 15.30 – 21.00

MERCOLEDÌ  25 GENNAIO ore 18.00

Adorazione di Fabrice Du Welz

con Thomas Gioria, Fantine Harduin, Benoît Poelvoorde

Belgio, Francia 2019 – 98 min

Paul è un dodicenne che trascorre le sue giornate tra i boschi che circondano l’ospedale psichiatrico, in cui lavora la madre. Un giorno il ragazzo incontra Gloria, una giovane misteriosa, in cura nella clinica. I due stringono amicizia. In nome di questo legame, Gloria riesce a convincere l’amico ad aiutarla a fuggire alla ricerca di una salvezza non ben definita. Accecato dall’adorazione provata per la ragazza, Paul si rende conto di come l’instabilità di Gloria possa metterli davvero in pericolo. Due adolescenti in fuga tra amore e follia in un’opera di grande intensità sensoriale.


MARTEDÌ 24 GENNAIO ore 18.00

MERCOLEDÌ 25 GENNAIO ore 15.30 – 21.00

Gli orsi non esistono di Jafar Panahi

con Jafar Panahi, Naser Hashemi

Iran 2022 – 106 min

La storia di due relazioni parallele, nelle quali gli amanti si ritrovano a fronteggiare la forza della superstizione, le meccaniche di potere e altri ostacoli nascosti e inevitabili per far trionfare il loro amore. Un regista pluripremiato che continua ad esporsi in prima persona senza timore.

Festival di Venezia 2022 – concorso


Biglietto intero € 5,00, ridotto € 4,00

Per informazioni:

MUSEO ARCHEOLOGICO REGIONALE, Piazza Roncas 12, Aosta (Dal lunedì al sabato, dalle ore 13.30 alle ore 18.30) – Tel. 0165.32778

ULTIMI ARTICOLI

Saison culturelle cinéma: programmazione gennaio e febbraio 2023

I films in programmazione nei mesi di gennaio e febbraio 2023 nell’ambito della Saison Culturelle Cinéma 2022/2023, proiettati al Cinéma Théâtre...

Approvati i progetti esecutivi dei lavori di adeguamento

Approvati i progetti esecutivi dei lavori di adeguamento della strada regionale n. 45 della Val d’Ayas e di ponti sulle strade...

Foire de Saint-Ours: ad Aosta mostre aperte e siti archeologici gratuiti

Le mostre al Centro Saint-Bénin, alla Chiesa di San Lorenzo e nella sede espositiva dell’Hôtel des États di Aosta rimarranno aperte...

Spettacolo di danza “Impression” – Danzare l’anima dell’Impressionismo

Venerdì 3 febbraio 2023, alle ore 20.30, al Teatro Splendor di Aosta, lo spettacolo di danza “Impression”, inserito nella Saison Culturelle...
- Advertisment -