sabato, 13 Agosto, 2022
Home News Le mostre aperte ad Aosta durante le festività natalizie

Le mostre aperte ad Aosta durante le festività natalizie

L’Assessorato del Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali, nell’ambito della Saison Culturelle 2019/2020 comunica che nelle giornate di lunedì 23 dicembre, 30 dicembre 2019 e 6 gennaio 2020, consueto giorno di chiusura settimanale nella stagione invernale, le sedi espositive del Museo Archeologico Regionale, del Centro Saint-Bénin, della Chiesa di San Lorenzo e della sede Hôtel des Etats di Aosta rimarranno aperte al pubblico in occasione delle festività natalizie.

Al Museo Archeologico Regionale è visitabile la mostra Carlo Fornara e il Divisionismo. L’esposizione, curata da Annie-Paule Quinsac e diretta da Daria Jorioz, presenta nelle sale del Museo Archeologico Regionale un ricco percorso espositivo di 80 opere tra dipinti, disegni e grafiche. Carlo Fornara (1871-1968) sta riacquistando il ruolo di primissimo piano che ebbe nell’arte italiana ed europea a cavallo tra Otto e Novecento e la mostra aostana lo evidenzia radunando i maggiori capolavori del pittore piemontese.

Al Centro Saint-Bénin è di scena la mostra Olivo Barbieri. Mountains and Parks, personale dedicata ad uno dei maggiori fotografi contemporanei. L’esposizione, a cura di Alberto Fiz, presenta oltre 50 lavori esposti in un percorso che comprende una serie di grandi immagini fotografiche inedite che hanno come soggetto le montagne della Valle d’Aosta, in particolare il Cervino e il Massiccio del Monte Bianco, realizzate per l’occasione. Per la prima volta viene presentata anche la produzione scultorea attraverso tre monumentali lavori plastici.

Alla Chiesa di San Lorenzo è allestita la mostra Diego Cesare. Bèrio. L’esposizione, curata da Daria Jorioz, presenta una selezione di fotografie in bianco e nero di medie e grandi dimensioni realizzate col banco ottico e stampate manualmente ai sali d’argento dal fotografo valdostano. Le immagini documentano gli aspetti più significativi del territorio della Valle d’Aosta, declinati attraverso il tema della pietra, fotografata dal punto di vista naturalistico e ambientale, ma anche da quello storico e antropologico dei manufatti litici prodotti dall’uomo nel corso della storia.

All’Hôtel des Etats è aperta la mostra Fragments de mémoire. Le cimetière du Bourg – Il cimitero di Sant’Orso (1782-1930). La mostra, realizzata nell’ambito di una collana che intende valorizzare il patrimonio storico, documentario e archivistico regionale, riguarda un luogo ricco di storia nel centro storico di Aosta, il cimitero di Sant’Orso, che per centocinquant’anni, dal 1782 al 1930, ha accolto le sepolture del borgo.

Le mostre sono tutte aperte dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 14 alle 18. E’ prevista la chiusura delle sedi espositive solo per le giornate del 25 dicembre 2019 e del 1° gennaio 2020.

Per informazioni: Regione autonoma Valle d’Aosta

Assessorato del Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali

Soprintendenza per i beni e le attività culturali

Struttura Attività espositive

Tel. 0165.275937

u-mostre@regione.vda.it

ULTIMI ARTICOLI

Catasto Sentieri della Valle d’Aosta: la mappatura dei percorsi escursionistici regionali

Giovedì 4 agosto 2022, al Vivaio forestale regionale Abbé Henry è stato presentato il nuovo portale del Catasto Sentieri Valle d’Aosta...

Variante della SS27 del Gran San Bernardo

Soddisfazione della Regione per la pubblicazione del bando di gara ANAS per il completamento dell’opera e per lo sgombero dei materiali...

“Il Borgo dei desideri nei borghi più belli d’Italia”, mercoledì 10 agosto, eventi e messaggi dedicati all’ambiente

Il Comune di Bard in collaborazione con l’Associazione Forte di Bard, l’Associazione Borgo di Bard e la galleria d’arte Maison Bleue,...

Culturété: programma degli eventi nella settimana dall’8 al 14 agosto

Gli spettacoli cominciano lunedì 8 agosto con la serata di ArchéoÉté al Criptoportico forense dedicata ai cento anni del romanzo Ulysses di James Joyce. Ogni...
- Advertisment -