lunedì, Aprile 15, 2024
Home Ambiente Importante operazione di recupero, riabilitazione e monitoraggio di un esemplare di rapace...

Importante operazione di recupero, riabilitazione e monitoraggio di un esemplare di rapace Biancone

Martedì 12 aprile, la Struttura Flora e Fauna del Dipartimento Risorse naturali e Corpo forestale ha proceduto, sulla collina sopra Quart, alla liberazione di un esemplare di Biancone (Circaetus gallicus).

L’animale, un esemplare di maschio adulto, era stato ritrovato ferito a Lillaz – Cogne – il 7 luglio 2021. Il Biancone è un rapace migratore presente in Valle d’Aosta solo nel periodo estivo con una quindicina di coppie; esso si nutre principalmente di rettili e, secondo le indicazioni della red list della IUCN – Unione Internazionale per la Conservazione della Natura, è una specie considerata “vulnerabile”.

Recuperato dal Corpo forestale della Valle d’Aosta, l’esemplare è stato trasportato presso il CRAS (Centro recupero animali selvatici) dove i veterinari hanno constatato la frattura della clavicola e del coracoide dell’ala sinistra (osso molto importante per il volo).

Poiché a fine settembre, periodo in cui la specie migra verso le zone di svernamento in Africa, l’esemplare non era ancora in grado di volare, è rimasto al CRAS, in un’apposita voliera con una zona coibentata per proteggerlo dal freddo. I veterinari del Centro, nelle giornate calde, hanno proceduto a riabilitare il rapace con specifiche sezioni di volo controllato all’interno del CRAS stesso.

Il Biancone non è stato rilasciato nel sito di ritrovamento poiché dalle analisi genetiche effettuate dal laboratorio settore biotecnologie del Museo regionale di Scienze naturali E. Noussan non è risultato appartenere alle coppie presenti in zona. E’ stata pertanto scelta una località con habitat favorevole alla specie ma sufficientemente distante da siti riproduttivi delle coppie conosciute.

Nell’ambito di una collaborazione con il Centro di ricerca scientifica Max Planck Institute di Monaco di Baviera, l’animale è stato dotato di un segnalatore GPS che consentirà di seguirne gli spostamenti per approfondire le conoscenze e le abitudini della specie.

ULTIMI ARTICOLI

Presentazione della guida “Forte di Bard. Alla scoperta della fortezza”

Si terrà giovedì 11 aprile, alle ore 17.00, nella sala conferenze della Biblioteca regionale ad Aosta, la presentazione della guida turistica...

Apre ad Aosta la mostra “Massimo Sacchetti. Clair de lune”

Venerdì 12 aprile 2024, alle ore 18, sarà presentata, presso la sede espositiva Hôtel des États di Aosta, la mostra Massimo Sacchetti....

Modifiche alla circolazione lungo le strade regionali di Pontey e Brissogne

Sono previste modifiche alla circolazione lungo le strade regionali di Pontey e Brissogne. È disposta l’istituzione di...

Inaugurata, al Castello Gamba, la mostra “Entre chien et loup” di Sophie-Anne Herin

Mercoledì 27 marzo, al Castello Gamba - Museo di Arte moderna e contemporanea della Valle d’Aosta di Châtillon è stata inaugurata la...
- Advertisment -