12 C
Aosta
domenica, 24 Ottobre, 2021
Home News Gli Assessori Bertschy e Gabusi chiedono a TrenItalia e RfI attenzione per...

Gli Assessori Bertschy e Gabusi chiedono a TrenItalia e RfI attenzione per evitare i disservizi ferroviari

I limiti infrastrutturali che la tratta presenta richiedono un vostro presidio rafforzato per evitare che i disservizi si riflettano costantemente sulla qualità della vita degli utenti valdostani e piemontesi che utilizzano quotidianamente il treno per lavoro, per studio o per altre necessità, come anche dei turisti. Scrivono così, in una nota congiunta a TrenItalia e a RfI, gli Asssessori regionali con delega ai Trasporti di Valle d’Aosta e Piemonte.

A seguito degli ultimi disservizi per gli utenti della tratta ferroviaria Torino/Aosta l’Assessore regionale agli Affari europei, Politiche del lavoro, Inclusione sociale e Trasporti della Regione autonoma Valle d’Aosta Luigi Bertschy e l’Assessore ai Trasporti, Infrastrutture, Opere pubbliche, Difesa del suolo, Protezione civile, Personale e organizzazioe della Regione Piemonte Marco Gabusi hanno concordato l’invio di una lettera a firma congiunta per invitare le due società che gestiscono la struttura e il servizio ferroviario che collega il Piemonte alla Valle d’Aosta a intervenire con maggiore attenzione alle problematiche segnalate con frequenza dagli utenti e ai relativi disservizi.

Le Regioni Valle d’Aosta e Piemonte stanno lavorando insieme con determinazione per invitare il Governo nazionale ad investire per l’ammodernamento della linea Torino-Aosta e ad oggi alcuni obiettivi a riguardo sono stati definiti e finanziati – riportano Bertschy e Gabusi nella lettera -. I grandi e importanti investimenti che dovranno essere realizzati e che serviranno a recuperare il tempo perduto in passato, avranno ricadute positive solo tra qualche anno.

Risulta necessario quindi che RFI, in quanto proprietario dell’infrastruttura, e Trenitalia, che ha in gestione il servizio, garantiscano risposte più efficaci e coordinate ai piccoli e grandi problemi che continuano a verificarsi giornalmente e che adottino modalità comunicative tempestive per informare l’utenza colpita dal disagio. Il servizio pubblico ferroviario – concludono i due Assessori regionali ai Trasporti di Valle d’Aosta e Piemonte – deve garantire al cittadino il suo diritto alla mobilità e lo deve fare mettendo in campo tutte le azioni possibili.

- Advertisment -

ULTIMI ARTICOLI

Ritorna la Sagra del miele a Châtillon: un ricco programma di eventi dal 29 al 31 ottobre 2021

Dal 29 al 31 ottobre 2021 Châtillon accoglierà la XVIII edizione della Sagra del Miele e dei suoi derivati, nel cui...

Nuovi ambienti di apprendimento nelle scuole in montagna

Il 20 ottobre 2021 si è tenuta la prima delle due sessioni di formazione rivolte agli insegnanti relative al progetto “Ambienti...

Modifiche alla circolazione lungo la strada regionale di Bionaz

Sono previste modifiche alla circolazione lungo la strada regionale di Bionaz. Per consentire i lavori di sistemazione e...

Modifiche alla circolazione lungo la strada regionale della Valsavarenche

È disposta la chiusura al traffico, dalla progr km 3+140, alla progr km. 3+370, tra le frazioni “Le Norat e Plan...