12 C
Aosta
lunedì, 17 Maggio, 2021
Home Carnevale Carnevale di Verrès: quattro chiacchiere con Pierre LXXII

Carnevale di Verrès: quattro chiacchiere con Pierre LXXII

Intervista a Davide Mosca che vestirà i panni di Pierre d’Introd consorte di Caterina LXXII

Chi è Pierre LXXII?
Mi chiamo Davide Mosca, ho 55 anni e sono cresciuto a Verrès. Mi sono laureato in architettura al Politecnico di Torino in cui mi sono specializzato in beni architettonici ed ambientali. Ventidue anni fa mi sono trasferito in Irlanda dove vivo e lavoro nel mio studio di architettura: Davide Mosca Design.
Ho iniziato a partecipare al Carnevale come uomo d’armi nel 1981, con mio fratello Stefano, in occasione della partecipazione di mio Papà, Bruno Mosca, che ha impersonato Pierre XXXIII. Per 4 anni ho partecipato come uomo d’armi poi per 21 anni ho fatto parte del Gruppo dei Cavalieri di Caterina.
Sono sposato con Linda e sono papà di tre bambini: Luca di 10 anni, Marco di 9 ed Elisa di 7, frequentano tutti una scuola gaelica.
Faccio parte del direttivo della Camera di Commercio di Killarney, la cittadina in cui risiedo. Amo il calcio ed al momento alleno una squadra calcistica di under 11, la Killarney Celtic.

Cosa ti ha spinto a proporti e ad accettare questo ruolo?
Lo scorso anno, prima di Natale, ho parlato con mio fratello che mi ha ricordato quanto siamo legati al Carnevale, essendo via da parecchio tempo ero un po’ fuori dal giro. Riflettendo sulla chiacchierata con Stefano ho telefonato a Susy Vallino, Presidente del Comitato del Carnevale Storico di Verrès, ed ho dato la mia disponibilità ad interpretare Pierre d’Introd LXXII, dopodiché Daniela mi ha chiamato ed il resto è storia….

E’ stato complicato interagire nell’organizzazione senza essere presente?
In teoria avrebbe dovuto essere difficilissimo essendo così distante, in realtà è stato facilissimo grazie all’aiuto di Daniela, di Susy Vallino e del mio uomo d’armi Andrea Stevenin. Il mio compito più difficile è organizzare il Gruppo di Irlandesi, all’incirca 45 persone, che scenderanno per il Carnevale. Ho prenotato gli hotel programmando gli spostamenti da e per gli aeroporti, poi ho cercato un locale dove i miei compaesani potessero vedere in TV il torneo di rugby delle 6 nazioni (Irlanda, Italia, Galles, Inghilterra, Francia e Scozia) che si terrà domenica 23 febbraio. Alle 16,00  giocheranno Inghilterra-Irlanda, partita per loro molto importante ed imperdibile!

Come hai vissuto il pre carnevale dall’Irlanda?
Tramite telefonate, videochiamate e con tantissimi messaggi con Daniela, Andrea, Susy ed altre persone. Con lo spirito ero con loro ad ogni evento e Daniela mi ha portato ovunque sotto forma di immagine con un mio primo piano in formato quasi reale!

Hai ricevuto direttamente od indirettamente critiche ed elogi per la tua scelta?
Ho ricevuto molte telefonate da persone che non sentivo da tantissimo tempo. Un vero tuffo nel passato! Mi ha chiamato anche il mio parroco, Don Giuseppe, che adesso è fuori valle ma che è stato per molti anni alla parrocchia di Verrès. Mi sono emozionato tantissimo a sentire tutte queste persone vicine e non vedo l’ora di vederle!

Parlaci del progetto di portare il Carnevale storico nel tuo paese.
Stiamo progettando con Susy Vallino, Presidente del Comitato del Carnevale Storico ed il Presidente della Camera di Commercio di Killarney, che sarà presente anche al carnevale qui a Verrès, di portare il Gruppo Storico in Irlanda in occasione dei festeggiamenti per San Patrizio. I festeggiamenti si terranno però già il 17 di marzo ed è complicatissimo organizzare tutto in così breve tempo, ma ci stiamo provando. Se non ci riusciamo sarà per il 2021!

Parlaci della contessa.
Sapevo chi era Daniela, ovviamente, ma non ci siamo mai conosciuti, ero più amico delle sorelle Roberta e Stefania. Daniela è una persona fantastica, disponibile gentile ed organizzatissima, non lascia nulla al caso. Non ce l’avrei mai fatta senza di lei!

Dacci un buon motivo per partecipare a questo carnevale.
Per quel che è il Carnevale! Il Carnevale crea un’atmosfera meravigliosa, è condivisione di momenti speciali con la partecipazione di quasi tutta la comunità e ti fa sentire parte di essa anche per chi, come me, vive da molti anni all’estero. Magari quest’anno sarà l’occasione buona anche per impratichirsi con l’inglese!

- Advertisment -

ULTIMI ARTICOLI

Saison Culturelle: il concerto “Back on country roads” in diretta streaming

L’appuntamento, tenuto conto delle misure anticovid vigenti, sarà visibile esclusivamente in diretta streaming, gratuitamente, sul sito www.bobine.tv alle ore 18.30 di...

Il Centro Anziani “invaso” dai bambini delle scuole elementari per la raccolta dei tappi da riciclare

Giovanni Bertoni non nasconde la sua soddisfazione: l ‘area esterna del Centro Anziani di Pont Saint Martin, di cui “Nanni” è Presidente...

Dichiarazione dimissioni di Erika Guichardaz e Chiara Minelli

"Nelle recenti riunioni sulla petizione Ospedale e anche nel corso del dibattito consiliare di mercoledì non sono...

Quattro passi nella storia della musica – Seconda parte

A partire da lunedì 24 maggio 2021, sarà disponibile on line sul canale Youtube dei Forum Musicali della Biblioteca regionale di...