lunedì, Aprile 15, 2024
Home News Cronaca Altanum, la Corte di Cassazione ha annullato tre condanne e disposto un...

Altanum, la Corte di Cassazione ha annullato tre condanne e disposto un nuovo processo

Nuove sentenze sono necessarie per i casi di Facchinieri, Raffa e Chemi, al fine di stabilire le pene appropriate.

La sentenza di secondo grado del processo Altanum nei confronti di Giuseppe Facchinieri, Roberto Raffa e Giuseppe Chemi è stata annullata dalla Corte di cassazione. Tuttavia, questo riguarda solo il trattamento sanzionatorio, e quindi si richiede un nuovo giudizio su questo punto presso un’altra sezione della Corte di assise di appello di Reggio Calabria.Il 4 maggio 2022, Giuseppe Facchinieri, conosciuto come “Il professore”, di 63 anni e originario di Cittanova, è stato condannato a 16 anni di reclusione. Roberto Raffa (48), originario di San Giorgio Morgeto, è stato condannato a dieci anni e otto mesi, mentre Giuseppe Chemi (63), nato a Taurianova, ha ricevuto una condanna a sette anni e dieci mesi.I giudici d’Appello hanno riconosciuto la continuazione tra il reato contestato e quelli giudicati in una sentenza definitiva emessa dalla Corte d’Appello di Torino il 28 ottobre 2013 nell’ambito dell’inchiesta Tempus Venit.

La prima sezione penale della Corte di cassazione spiega che non è possibile applicare il trattamento sanzionatorio più severo introdotto dopo il 2015. Infatti, la sentenza impugnata fa risalire le condotte che costituirebbero il reato associativo al dicembre 2012, mentre la contestazione originaria si estendeva fino al 2018.L’inchiesta Tempus Venit era coordinata dalla Dda (Direzione distrettuale antimafia) di Reggio Calabria e riguardava i dissidi e gli scontri tra i due gruppi storici di ‘ndrangheta di Cittanova e San Giorgio Morgeto, ovvero i Facchineri e i Raso, per il controllo della criminalità locale calabrese. Inoltre, si sono evidenziate diramazioni nel nord Italia, in particolare in Valle d’Aosta, Emilia-Romagna e Toscana.

Il 17 luglio 2019 sono state eseguite 13 misure cautelari, di cui tre in Valle d’Aosta. L’indagine è stata avviata grazie a una “rilettura” dell’inchiesta Tempus Venit che ha coinvolto anche la tentata estorsione da parte del “professore” nei confronti dell’impresa Edilsud di Giuseppe Tropiano, responsabile della realizzazione del parcheggio pluripiano dell’ospedale Parini di Aosta. Si ritiene che Chemi abbia agito sotto la direzione del cognato Facchinieri, mentre Raffa sarebbe stato un membro chiave del gruppo operante in Valle d’Aosta.

ULTIMI ARTICOLI

Presentazione della guida “Forte di Bard. Alla scoperta della fortezza”

Si terrà giovedì 11 aprile, alle ore 17.00, nella sala conferenze della Biblioteca regionale ad Aosta, la presentazione della guida turistica...

Apre ad Aosta la mostra “Massimo Sacchetti. Clair de lune”

Venerdì 12 aprile 2024, alle ore 18, sarà presentata, presso la sede espositiva Hôtel des États di Aosta, la mostra Massimo Sacchetti....

Modifiche alla circolazione lungo le strade regionali di Pontey e Brissogne

Sono previste modifiche alla circolazione lungo le strade regionali di Pontey e Brissogne. È disposta l’istituzione di...

Inaugurata, al Castello Gamba, la mostra “Entre chien et loup” di Sophie-Anne Herin

Mercoledì 27 marzo, al Castello Gamba - Museo di Arte moderna e contemporanea della Valle d’Aosta di Châtillon è stata inaugurata la...
- Advertisment -